Blog

seo_link_building

La verità sui backlink: perchè ricevere o costruire referenze.

Probabilmente lo sapete già, o forse no. Sarò molto diretto: i backlink sono uno dei migliori segnali che Google usa per assegnare un punteggio al vostro sito. Non è una mia opinione, è un dato di fatto e adesso vi mostro perchè.

 

Conoscete Hearst Media? Dovreste! E’ una multinazionale Americana localizzata a New York, fondata da William Randolph Hearst, proprietaria di alcuni quotidiani che poi si è espansa comprando letteralmente testate molto popolari come: Cosmopolitan, Esquire, ecc…

 

Adesso provate a cercare “best gaming headsets”. Il primo risultato sarà probabilmente questo sito: bestproducts(punto)com. Questo (mediocre) portale ha scalato le SERP di Google molto velocemente negli ultimi mesi. La prima volta che l’ho visto era a Dicembre 2015. Dategli una occhiata, ho una domanda per voi: pensate che quella pagina indicata dalla ricerca di Google meriti di essere al primo posto? Io no.

 

Quindi com’è possibile che sia lì? Semplice, quel portale ha una marea di backlink provenienti dal piè di pagina di altri siti (in gergo “footer backlink”). Qualcuno di voi potrebbe dire “Dai, stai scherzando…”. No, niente scherzi: banalissimi e schifosissimi backlink. Hey Matt Cutts! Cosa dicevi a proposito dei backlink qualitativi e correlati con il business? Non puoi certo venirmi a raccontare che Google non conosca Hearst Media o che siano troppo piccoli per essere ignorati.

 

Vi faccio vedere i primi tre portali, di proprietà di Hearst Media, che referenziano il sito web in esame:

 

Esquire

how_much_backlink_worth_esquire
Più di 44.000 pagine (footer link!): “Product Reviews” punta alla home page di BestProducts.

 

Cosmopolitan

how_much_backlink_worth_cosmopolitan
Più di 43.000 pagine (footer link!): “Beauty Reviews” punta alla pagina “beauty” di BestProducts.

 

Popular Mechanics

how_much_backlink_worth_popularmechanics
Più di 25.000 pagine (footer link!): “Product Reviews” punta alla pagina “tech” di BestProducts.

 

Pronti per il secondo round?

 

RedBookMag.com – “Reviews”, più di 12.000 link alla Home page
ElleDecor.com – “Decor Reviews”, più di 8.000 link alla Home page
CountryLiving.com – “Decor Reviews”, più di 6.000 link alla Home page
Elle.com – “Beauty Reviews”, più di 5.000 link alla pagina Beauty
MarieClaire.com – “Reviews”, più di 3.000 link alla pagina Hair
RoadandTrack.com – “Reviews”, più di 3.000 link alla pagina Car
Seventeen.com – “Product Reviews”, più di 3.000 link
TownandCountryMag.com – “Reviews”, più di 3.000 link
WomansDay.com – “Product Reviews”, più di 3.000 link

 

Adesso date una occhiata al grafico qui sotto. Mostra chiaramente il lavoro di domini e link building che hanno fatto solo negli ultimi mesi:

 

how_much_backlink_worth_stats

 

Qual’è il punto? Non c’è nulla che abbia a che fare con contenuti attinenti tra i vari siti. Sembra che tutto sia stato fatto solo per manipolare i risultati di Google. E sta funzionando dannatamente bene…

AUTHOR - Andrea Billi

Google Plus: +Andrea Billi

1 Comment

0
  • Egidio Imbrogno

    Vero, anche se aggiungerei che per il momento pare che “tutto stia funzionando dannatamente bene”. Ricordo i tempi prima del Penguin, tempi in cui non vi erano tutti questi aggiornamenti che casa google ha introdotto per contrastare le tecniche a limite. Qualche anno fa, infatti sembrava che fare link building sempre su una focus keyword rendeva molto bene. Fino al giorno che Google ha cambiato le carte in tavola e tutto è crollato.

    Non mi stupirei se in futuro Google, ignorasse o peggio penalizzasse i backlinks non a tema. Sicuramente oggi come oggi premi di più i link a tema ma effettivamente non penalizza backlinks da risorse valide e non a tema. Ultimamente ogni volta che piazzo un link, penso sempre se il sito è a tema, se è il modo corretto e se eticamente va bene per gli utenti finali. Penso sia il modo migliore per non avere paura di future mosse e cambiamenti in termini SEO.

Post A Comment

Main Partners
Social links
     
Web Marketing Bologna, - Emilia Romagna: Bologna, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Ravenna, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini - Friuli-Venezia-Giulia: Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine - Lazio Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Viterbo - Liguria Genova, Imperia, La Spezia, Savona - Lombardia Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Pavia, Sondrio, Varese - Marche Ancona, Ascoli-Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro-Urbino - Piemonte Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli - Toscana Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena - Trentino Bolzano, Trento - Umbria Perugia, Terni - Veneto Belluno, Padova, Treviso, Verona, Venezia - Back links: *** S D B *** Agenzia Comunicazione Bologna Agenzia Comunicazione Modena Agenzia Comunicazione Imola Agenzia Comunicazione Ferrara Agenzia Pubblicitaria Bologna Agenzia pubblicitaria Modena Agenzia pubblicitaria Imola Agenzia pubblicitaria Ferrara *** C E M E S *** Terapie fisiche Vicenza Centro riabilitazione Vicenza Rieducazione posturale Vicenza *** T I T T O *** aprire una gelateria *** G I A R D I N E R I A S H O P *** Giardineria Shop *** I D R A L I A *** Outlet Bagno Rubinetti Clima Caldaie *** I N J E N I A ***
google partner roma,
google partner milano,
google partner napoli,
google partner torino,
google partner palermo,
google partner bari,
google partner brescia,
google partner catania,
google partner bergamo,
google partner salerno,
google partner firenze,
google partner padova,
google partner caserta,
google partner verona,
google partner varese,
google partner treviso,
google partner vicenza,
google partner monza,
google partner genova,
google partner venezia,
google partner lecce,
google partner cosenza,
google partner modena,
google partner perugia,
google partner messina,
google partner foggia,
google partner como,
google partner cuneo,
google partner taranto,
google partner latina,
google partner cagliari,
google partner reggio calabria,
google partner pavia,
google partner trento,